Medico

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

Un calcolo renale è un deposito duro di sali acidi all’interno del rene che provoca dolore nella parte bassa della schiena e nei fianchi, che differirà a seconda del tipo di calcolo. Varie cause di calcoli renali, come la storia familiare o un’alimentazione scorretta, vengono trattate in base al tipo di pietra e alle condizioni del paziente. Le pietre si formano nei reni a causa dell’accumulo di sali e sali acidi.

Nella maggior parte dei casi, i calcoli renali sono causati da urina concentrata che consente ai minerali di cristallizzare e attaccarsi insieme. Di solito sono dolorosi da spostare e passare. Nella maggior parte dei casi, il dolore inizia nel lato o nella schiena sotto le costole e poi si sposta verso l’addome inferiore o il bacino. Quando la pietra entra nel tratto urinario, la gravità del dolore cambia; Continua a ricercare cause, sintomi, metodi di diagnosi e trattamento dei calcoli renali.

link video

Tipi di calcoli renali

Questo tipo di pietra si verifica in persone disidratate o disidratate; come quelli su diete ad alto contenuto proteico o che hanno la gotta. I calcoli di acido urico sono anche causati da fattori genetici e carenze nei tessuti che compongono il sangue.

Calcoli di cistina: Questi tipi di calcoli costituiscono una piccola percentuale e sono causati da carenze ereditarie. La cistinuria deriva dall’escrezione di alti livelli di alcuni aminoacidi a causa di questa carenza ereditaria.

Calcoli di calcio: La maggior parte dei calcoli renali sono calcoli di calcio. Frutta, verdura, noci e cioccolato contengono alti livelli di ossalato. L’ossalato è anche prodotto dal fegato. Fattori dietetici, alti livelli di vitamina D, chirurgia di bypass intestinale e numerosi altri disturbi metabolici possono aumentare i livelli di calcio o ossalato nelle urine. Possono verificarsi anche calcoli di fosfato di calcio.

Le pietre possono formarsi a seguito di un’infezione, come un’infezione del tratto urinario. Tali pietre possono formarsi e proliferare.

link video

segni di calcoli renali

Quando i calcoli renali entrano nell’uretra, causano sintomi. L’uretra è il tubo che collega i reni alla vescica. Durante questo periodo, compaiono i seguenti sintomi:

 

Dolore ai calcoli renali

Urina
rosa, rossa o marrone Vomito e nausea C’è un forte dolore ai fianchi e alla parte bassa della schiena, appena sotto le costole

C’è anche dolore diffuso nell’addome inferiore e nel bacino
Costante voglia di urinare
Febbre e brividi quando infetti

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

Test per calcoli renali

Un medico che sospetta calcoli renali ordinerà test e procedure per fare una diagnosi definitiva, tra cui:

I test del sangue mostrano un aumento del calcio o un alto livello di acido urico.
Un test delle urine di 24 ore mostrerà grandi quantità di sali nelle urine se si dispone di calcoli renali.
Test visivi: i test visivi rivelano eventuali calcoli nel tratto urinario. Nella maggior parte dei casi, i test di imaging includono una TAC e, in alcuni casi, raggi X.
Un colino viene utilizzato durante la minzione per raccogliere pietre escrete. Queste pietre vengono poi raccolte per test di laboratorio.

Trattamento dei calcoli renali

evitare determinati alimenti :

Tra i migliori rimedi casalinghi per i calcoli renali, questo è in cima alla lista. Cosa dovresti fare? Evita cioccolato, farina di grano e noci.

Il modo più semplice per sbarazzarsi dei calcoli renali è bere acqua.

Bevi molta acqua :

L’acqua è uno dei migliori e più semplici rimedi casalinghi per i calcoli renali. Quando sei ben idratato, la tua urina dovrebbe essere chiara e gialla; Come regola generale, bere mezzo chilo di acqua ogni giorno. Se pesi 140 sterline, dovresti provare a bere 70 once di acqua al giorno; Mentre lavori di più, aumenta l’assunzione di acqua durante il giorno.

I seguenti sono alcuni benefici del succo di melograno:

Un’altra medicina importante per i calcoli renali è il succo di melograno. Quando questa malattia aumenta, raddoppia la quantità di succo di melograno consumato. Il succo di melograno aiuta a prevenire questa malattia ed elimina calcio, sodio e acido urico (che causano questa malattia).

Tè a base di foglie di ortica:

Il tè alle foglie di ortica può essere aggiunto alla lista dei rimedi casalinghi per il trattamento di questa malattia. Mescolare mezza tazza di tè alle foglie di ortica con due tazze d’acqua, quindi attendere qualche minuto affinché il tè bollisca, quindi filtrare e rimuovere le foglie. Bevi questa bevanda fino a tre volte al giorno.

Dieta ricca di fibre:

Come metodo principale per prevenire i calcoli renali, si raccomanda anche una dieta ricca di fibre. Incorporare alimenti ricchi di fibre nella vostra dieta quotidiana.

Prevenzione dei calcoli renali

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

Anguria:

Un altro delizioso rimedio casalingo per questa malattia è l’anguria. Se soffri di calcoli renali, mangia da due a tre pezzi di anguria ogni giorno. In generale, includere anguria e melone nella vostra dieta. Rendili una parte regolare della tua dieta. Mangia molte macedonie che contengono anche anguria.

vitamina A :

Includere un numero medio di carote nella vostra dieta su base giornaliera per prevenire i calcoli renali senza vitamina A. Puoi anche aggiungere sedano per renderlo più efficace. Patate dolci, broccoli e zucca sono anche buone fonti di vitamina A.

Succo di limone

Aggiungi un cucchiaio di olio d’oliva al succo di limone e bevi questa miscela due o tre volte al giorno.

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

Aceto di mela :

Immagina di essere alla ricerca di uno dei migliori rimedi casalinghi per curare questa malattia. Puoi bere la miscela più volte al giorno aggiungendo due cucchiai di aceto di sidro di mele in 8 once di acqua tiepida e aggiungendo miele a piacere.

Basilico:

Il basilico è un altro rimedio per i calcoli renali. Bevi un cucchiaino di basilico ogni 4-6 ore o mastica da 2 a 3 foglie di basilico crudo più volte al giorno per rimuovere le pietre.

Olio essenziale di agrumi :

L’olio essenziale di agrumi può anche essere utile come rimedio casalingo per questa malattia. Aggiungi da 2 a 3 gocce di limone, arancia o pompelmo all’acqua e bevilo due volte al giorno.

magnesio:

Il magnesio è un altro rimedio casalingo per i calcoli renali. Aggiungi cibi ricchi di magnesio alla tua dieta e prendi 250 mg di magnesio due volte al giorno.

Radice di tarassaco :

Contrariamente alla credenza popolare, l’erba è uno dei rimedi più importanti per questa malattia. Aggiungere un cucchiaio di radice di tarassaco tritata in una tazza d’acqua e cuocere a fuoco lento per cinque minuti. Rimuovere le radici e berle. Puoi anche aggiungere un po ‘di miele. Bevi questa bevanda più volte durante il giorno. Puoi anche prendere 250 grammi di supplemento di radice di tarassaco al giorno.

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

Succo di aloe vera:

Questa non è l’ultima volta che abbiamo menzionato questa pianta nella nostra lista di rimedi casalinghi; Questa pianta è anche utile per rimuovere i calcoli renali. Ogni giorno, puoi bere un quarto di tazza di succo di aloe vera da solo o mescolato con acqua tiepida.

I fattori che aumentano il rischio di calcoli renali includono

Storia della famiglia

Se qualcuno nella tua famiglia ha calcoli renali, hai maggiori probabilità di sviluppare calcoli. Se hai avuto uno o più calcoli renali prima, sei a rischio di ottenerli di nuovo.

Disidratato

Non bere abbastanza acqua può aumentare il rischio di sviluppare calcoli renali. Le persone che vivono in climi caldi o sudano molto possono essere a più alto rischio di altri.

Dieta speciale

Avere una dieta ricca di proteine, sale e zucchero può aumentare il rischio di alcuni tipi di calcoli renali. Troppo sale nella dieta aumenta la quantità di calcio e reni e aumenta significativamente il rischio di sviluppare calcoli renali.

Obesità

L’alto indice di massa corporea, l’alto girovita e l’aumento di peso sono associati ad un aumentato rischio di calcoli renali.

Malattie gastrointestinali e chirurgia

La chirurgia di bypass gastrico, una malattia infiammatoria intestinale, può causare cambiamenti nel processo digestivo che influenzano l’assorbimento di calcio e acqua e aumentano il numero di calcoli nelle urine.

Diagnosi di calcoli renali

Se il medico sospetta di avere calcoli renali, si dovrebbe avere i seguenti test e test diagnostici:

esame del sangue

Gli esami del sangue possono mostrare grandi quantità di acido di calcio o urea nel sangue. I risultati degli esami del sangue aiutano a monitorare la salute dei reni e altre malattie.

Test clinici delle urine

Un test delle urine raccolto nell’arco di 24 ore può indicare che hai consumato troppi minerali per la formazione di calcoli.

Per questo test, il medico può chiedere di avere due test delle urine per due giorni consecutivi.

Diagnostica per immagini

L’imaging medico dall’interno del tratto urinario può mostrare calcoli renali.

Un’opzione è quella di utilizzare una radiografia semplice, che potrebbe non mostrare piccoli calcoli renali.

La seconda opzione è la tomografia computerizzata ad alta velocità (TC), che mostra anche piccole pietre.

Trattamenti medici

Il medico può prescrivere farmaci per aiutare ad eliminare i calcoli renali. Questi farmaci, noti come alfa-bloccanti, rilassano i muscoli e riducono il dolore.

sollievo dal dolore ai calcoli renali

Alcuni calcoli renali non possono essere trattati con i soliti metodi a causa delle loro grandi dimensioni e pericolo di sanguinamento, o anche infezione del tratto urinario, in modo che potrebbe essere necessario un trattamento più ampio in questi casi.

I trattamenti possono includere quanto segue:

Usa le onde sonore per rompere le pietre. A seconda delle loro dimensioni e posizione, il medico può raccomandare una procedura di litotripsia per alcuni calcoli renali.

Questo trattamento fa sì che le pietre si rompano in piccoli pezzi per passare attraverso l’uretra. Questo processo richiede circa 45-60 minuti e può causare dolore moderato, quindi potresti assumere sedativi o anestetici per rilassarti.

ESWL può causare sangue nelle urine, lividi sulla schiena o sull’addome e sanguinamento intorno ai reni e ad altri organi.

Utilizzare un oscilloscopio per rimuovere le pietre:

Per rimuovere una pietra più piccola nella vescica o nel rene, il medico può utilizzare un’uretroscopia dotata di telecamera per passare attraverso il canale della vescica. Quando si vede una pietra, strumenti speciali possono rimuovere la pietra o schiacciarla per passare attraverso l’urina. Potrebbe essere necessaria l’anestesia generale o locale durante questa procedura.

Chirurgia della ghiandola paratiroidea:

Le ghiandole della vescica producono alcuni calcoli di fosfato di calcio. Quando queste ghiandole producono troppo ormone paratiroideo, la quantità di calcio può salire troppo in alto, e calcoli renali possono formare.

L’iperparatiroidismo si verifica quando un piccolo tumore benigno si forma in una delle ghiandole digestive. Fermare la crescita della ghiandola impedisce la formazione di calcoli renali. Oppure il medico può raccomandare un trattamento che induce la ghiandola paratiroidea a produrre più ormoni.

Malattia renale nelle donne

Con stili di vita malsani e abitudini alimentari, le malattie renali non sono più rare. Circa 850.000 persone muoiono ogni anno per malattie renali e altri problemi del tratto urinario, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Una malattia cronica, nota anche come insufficienza cronica, è un fattore nel declino della funzione renale per diversi mesi o anni. Un individuo con malattia renale cronica ha una velocità di filtrazione glomerulare inferiore a 60 ml / min o 1,73 m2 in tre mesi o più.

link video

Ogni fase della vita di una donna influisce sulla sua salute in modo diverso. Le donne in età fertile hanno problemi renali diversi dagli uomini, per esempio. L’ipertensione e i coaguli di sangue possono aggravare la condizione. Per le donne con insufficienza che assumono pillole anticoncezionali, il loro rischio aumenta se hanno problemi significativi; Anche le donne senza malattie renali possono rimanere incinte. Il rischio di parto è aumentato dalla preeclampsia e dall’ipertensione. L’ipertensione e la preeclampsia durante la gravidanza possono portare all’insufficienza di questo organo e ad un aumento del rischio di malattia con l’avanzare dell’età.

Ogni anno, più di 10 milioni di persone sono ricoverate in ospedale per infezioni del tratto urinario. I germi possono diffondersi in questa parte del corpo e causare un tipo più grave di infezione rispetto alla pielonefrite se non trattata. La gravidanza aumenta il rischio di infezioni urinarie e renali, che sono diventate un problema diffuso.

Un certo numero di abitudini di vita danneggiano i reni e riducono la loro capacità di purificare i rifiuti di sangue, con conseguente malattia renale cronica. Nel corpo, i rifiuti si accumulano e se i reni non possono filtrarli, può portare a molte complicazioni.

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

Malattie renali comuni nelle donne

Nefrite da lupus (LN) :

La nefrite da lupus è una malattia autoimmune che causa danni a questo organo. Il sistema immunitario attacca le cellule e i tessuti del corpo. La malattia renale associata al lupus può peggiorare nel tempo e portare a insufficienza renale. Le donne hanno maggiori probabilità di soffrire di questa condizione rispetto agli uomini, e di solito si verifica durante gli anni riproduttivi. Nove persone su dieci con LES sono donne.

Pielonefrite (infezione renale):

La pielonefrite è un’infezione del tratto urinario inferiore causata da batteri. Se non trattata, può diffondersi ai reni. Le infezioni dei reni possono essere pericolose. A causa di fattori anatomici, le infezioni del tratto urinario sono più comuni nelle donne e nelle ragazze.

Sintomi comuni di malattia renale nelle donne

Le donne hanno maggiori probabilità di soffrire di infezioni del tratto urinario perché la loro uretra è più corta e più vicina all’ano. Pertanto, i batteri hanno maggiori probabilità di entrare nel tratto urinario. Alcune donne anziane con infezioni renali potrebbero non avere sintomi di infezione del tratto urinario e potrebbero non vedere un medico. Se non trattata in tempo, questa infezione può causare danni renali permanenti. Se non trattata in tempo, questa infezione può causare:

I sintomi delle infezioni renali includono febbre e talvolta febbre con brividi. La febbre inizia improvvisamente e raggiunge oltre 101 gradi Fahrenheit in queste persone. Le infezioni renali croniche non possono causare febbre o possono causare febbre periodica.

Nelle donne, l’infezione renale può causare dolore su entrambi i lati della colonna vertebrale e sullo stesso lato del corpo in cui i reni sono infetti. Una grave infezione in questo organo è caratterizzata da dolore addominale, nausea e vomito.

link video

I sintomi dell’infezione renale includono cambiamenti urinari e i seguenti sintomi:

  • Minzione frequente
  • Voglia di urinare immediatamente
  • Una sensazione di bruciore durante la minzione
  • urine scure
  • Sangue nelle urine o urina rosa o color ruggine

Le infezioni del rene e del tratto urinario, se non diagnosticate e trattate in tempo, possono diffondersi nel flusso sanguigno e causare sepsi.

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

Cause di malattia renale cronica

Il 48% degli uomini e il 63% delle donne sono obesi nella zona addominale. Le persone obese hanno maggiori probabilità di sviluppare malattie renali rispetto alle persone di peso normale. L’obesità accelera la progressione della malattia renale e delle sue complicanze.

Il 40-60% della malattia renale cronica è causata dal diabete e dall’ipertensione. Quasi il 75% della popolazione con un indice di massa corporea medio o basso ha ipertensione.

Si ritiene che l’arsenico, il cadmio, il fluoro, ecc., rappresentino una minaccia per l’istologia renale e la nefrite interstiziale cronica. Nelle sue fasi iniziali, la malattia renale cronica è silenziosa e asintomatica. Pazienti con grave malattia renale:

  • Debolezza e affaticamento
  • Dolore durante la minzione
  • Inflazione
  • Minzione frequente
  • Mal
  • Anoressia
  • Vomito o nausea
  • Causa della malattia renale
  • Metodo di diagnosi della malattia renale negli uomini e nelle donne

Il problema si verifica quando gli esami sono in ritardo. Il diabete e l’ipertensione sono causati da stili di vita malsani. Cambiare presto il tuo stile di vita e le abitudini alimentari può prevenire danni ai reni.

I seguenti test devono essere eseguiti per lo screening e diagnosticare la funzionalità renale:

1- La presenza di diversi marcatori nel sangue indica la funzionalità renale.
2- Un test delle urine misura la clearance renale confrontando i marcatori delle urine e del sangue.

3- Stima della filtrazione glomerulare: al fine di determinare la quantità di filtrazione glomerulare nei reni, deve essere utilizzata una formula che consideri i livelli di creatinina e siero, nonché tossina, sesso e razza.

4- Test di imaging: le onde ultrasoniche vengono utilizzate negli ultrasuoni renali per analizzare la forma, le dimensioni e la funzione di questo organo, che spesso rileva danni a questo organo o un cambiamento nella capacità di filtrazione.

prevenzione

Anche se non possiamo fare molto per i danni esterni ai reni e l’invecchiamento, molti altri importanti fattori di rischio che contribuiscono alla malattia renale possono essere prevenuti.

Con l’avanzare dell’età, l’esercizio fisico regolare può aiutare a ridurre il rischio di malattie renali.

La pressione sanguigna deve essere controllata per prevenire l’insufficienza renale.

I pazienti diabetici dovrebbero seguire una dieta sana, esercitare regolarmente e controllare i livelli di zucchero nel sangue.

Limitare l’assunzione di sale.

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

Infezione renale durante la gravidanza; Cause, trattamenti e misure preventive

La gravidanza è associata a problemi di salute, ma non tutti possono essere ignorati, come le infezioni renali, che richiedono un’attenzione immediata. I cambiamenti nella struttura del tratto urinario durante la gravidanza riducono il flusso di urina, causando un’infezione batterica nel tratto urinario inferiore che si diffonde alla vescica, quindi a uno o entrambi i reni.

Quali sono le cause dell’infezione renale durante la gravidanza?

L’infezione dei reni, o infiammazione del bacino e dei reni, si verifica quando l’infezione entra nel tratto urinario superiore. Ciò provoca infiammazione del tessuto renale e del bacino. I batteri che entrano nella vescica e nei reni attraverso l’uretra spesso causano infezioni. Klebsiella pneumoniae è un altro batterio che può causare un’infezione del tratto urinario. La causa più comune di infezione è un cambiamento nel tratto urinario, come un rene ingrossato o un’uretra compressa e la vescica.

Ingrossamento del rene:

Durante la gravidanza, l’ormone progesterone rilascia un’alta concentrazione, che ritarda il tratto urinario e riduce il flusso di urina. Di conseguenza, si accumula nella vescica, causando l’ingrandimento dei reni e dando ai batteri il tempo di moltiplicarsi e causare infezioni.

Compressione della vescica:

Man mano che l’utero cresce, esercita pressione sull’uretra e sulla vescica e limita il flusso di urina. Nelle donne, l’infezione si diffonde molto più rapidamente che negli uomini, perché la loro uretra è più corta e più vicina all’ano. Pertanto, i batteri passano dalle feci nell’ano al tratto urinario.

Quali sono i sintomi dell’infezione renale durante la gravidanza?

Le infezioni di questo organo possono essere classificate come infezioni pelviche acute o acute, ognuna delle quali ha sintomi diversi.

I sintomi dell’infezione pelvica acuta includono:

  • Mal di schiena, febbre
  • Diminuzione dell’appetito
  • Le donne incinte che sono state incinte per più di 16 settimane soffrono di forti dolori addominali.
  • Febbre accompagnata da un improvviso aumento della temperatura corporea.
  • Urina concentrata con pus.
  • Vomitare.
  • La sensibilità renale è stata influenzata.

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

Infezione pelvica semi-acuta

  • In questo caso, i sintomi compaiono gradualmente.
  • Mal di schiena.
  • Mi sentivo male.
  • Lieve dolore addominale.
  • Variazione irregolare della temperatura corporea.
  • Vomitare.

Le infezioni pelviche subacute possono essere difficili da diagnosticare poiché i sintomi compaiono lentamente e, come altri disturbi della gravidanza, sono acuti o subacuti. Le conseguenze dell’infezione di questo organo non possono essere ignorate.

Ulcera renale:

Questo può portare ad alta pressione sanguigna e insufficienza renale in futuro.

Le complicanze dell’infezione renale durante la gravidanza includono:

Purifica tutto il sangue in eccesso e riutilizza il sangue purificato all’interno del corpo. L’infezione di questa parte del corpo fa sì che i batteri entrino nel flusso sanguigno e causino avvelenamento del sangue.

Le complicanze dell’infezione renale in gravidanza includono:

Un’infezione di questa parte del corpo provoca un aumento dei batteri nella vescica e nel fluido. Ciò può causare la rottura del sacco e il parto prematuro. I bambini con basso peso alla nascita nascono a seguito di parto prematuro. Un’infezione pelvica con febbre alta è un grave tipo di infezione di questo organo che può portare ad aborto spontaneo. Se si soffre di forti dolori alla schiena o laterali, vomito e febbre, questi potrebbero indicare un’infezione di questo organo.

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

Gravidanza e calcoli renali

sono causati dall’accumulo di sostanze chimiche nelle urine. Le rocce si formano quando la concentrazione di queste sostanze raggiunge un certo livello. È vero che i calcoli delle vie urinarie, in particolare i calcoli renali, possono causare dolore addominale durante la gravidanza? La comparsa di calcoli renali in gravidanza è rara, ma la sua diagnosi corretta e tempestiva può ridurre il dolore e prevenire il parto pretermine. La maggior parte delle pietre sono piccole e passano attraverso l’uretra, ma le pietre più grandi richiedono un intervento medico e un trattamento.

Le donne incinte hanno leggermente più probabilità di sviluppare calcoli renali rispetto alle donne non gravide, secondo una nuova ricerca. In uno studio condotto su 3.000 donne incinte presso la Mayo Clinic, i ricercatori hanno scoperto che la gravidanza aumenta il rischio di calcoli renali, che aumenta nel terzo trimestre e vicino al parto, e diminuisce un anno dopo il parto.

La comparsa di calcoli renali è pericolosa durante la gravidanza? Non c’è dubbio che i calcoli renali comportano più rischi per la salute e complicazioni per le donne incinte e dovrebbero essere presi in considerazione. Oltre a causare cambiamenti nei livelli di acqua corporea ed elettroliti, è anche molto doloroso. Preeclampsia (ipertensione), infezioni del tratto urinario, o parto prematuro sono di solito i risultati di questa complicanza.

Durante la gravidanza, i medici raccomandano di controllare il peso corporeo, bere molti liquidi, seguire una dieta a basso contenuto di sale e ottenere almeno 1000 mg di calcio al giorno dal cibo invece di integratori di calcio.

I calcoli renali in gravidanza possono causare diverse complicazioni.
Il rischio di calcoli renali durante i primi mesi di gravidanza è molto basso e la maggior parte dei calcoli renali si verifica durante il secondo e il terzo trimestre. Se la madre ha piccole pietre cristalline prima della gravidanza, e man mano che la gravidanza progredisce e il corpo cambia, le pietre cresceranno.

Le pietre di cristallo non hanno sintomi evidenti e possono essere rilevate solo utilizzando gli ultrasuoni. Pertanto, se hai una storia di calcoli renali, ti consigliamo di sottoporti a un esame renale e all’ecografia da un urologo prima di rimanere incinta.

I sintomi dei calcoli renali in gravidanza sono spesso causati dall’ostruzione dei vasi sanguigni o del tratto urinario. Questi sintomi includono:

Dolore durante la minzione: questo dolore è spesso così grave che può rendere la minzione insopportabile. A causa della minzione frequente, questa condizione è molto fastidiosa.
Si può verificare nausea o vomito a causa di dolore eccessivo da calcoli renali o accumulo di urina nei reni.
L’ematuria o la presenza di sangue nelle urine è molto preoccupante per le donne incinte. Le donne incinte temono che sarà un’indicazione di aborto. Un’urina sanguinolenta causata da calcoli renali non è di per sé un serio problema di salute.
Un dolore alla schiena, ai fianchi, all’addome e all’inguine: questo può indicare la ritenzione urinaria in uno o entrambi i reni causata dall’ostruzione dei calcoli renali. Nelle fasi successive della gravidanza, lo stiramento e il gonfiore nei reni possono verificarsi anche a causa di un accumulo di urina, una condizione nota come idronefrosi. Negli ultimi mesi di gravidanza, il feto inizia a produrre urina. Questo è il motivo per cui i calcoli renali possono complicare il trattamento dell’idronefrosi in gravidanza.

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

Cause di calcoli renali durante la gravidanza

Le donne incinte sperimentano cambiamenti fisiologici che aumentano il rischio di sviluppare calcoli renali, specialmente nel terzo trimestre. Queste modifiche includono:

Durante la gravidanza, alcuni cambiamenti fisiologici possono influenzare il tratto urinario di una donna, causando un aumento delle dimensioni dei suoi precedenti calcoli urinari o addirittura la possibilità di una nuova formazione di calcoli renali.
Le dimensioni e la posizione dell’utero possono limitare la produzione di urina nella tarda gravidanza. Gli ureteri (i tubi che trasportano l’urina dai reni alla vescica) di solito si dilatano durante la gravidanza, rendendo difficile la minzione. L’idronefrosi (gonfiore dei reni) può derivare da questo. La dimensione degli ureteri aumenta di circa 1 cm a causa dell’aumento del volume vascolare e dello spazio interstiziale all’interno del rene. Inoltre, il sistema di raccolta e gli ureteri perdono la loro capacità di contrarsi, causando dilatazione e talvolta dolore. L’infezione o le pietre possono svilupparsi se l’urina non viene completamente escreta.
Vari cambiamenti nella quantità di vitamine e minerali possono anche portare a calcoli renali durante la gravidanza. In questo caso, il corpo tende a espellere meno calcio e trasferirlo di più al feto.
Le infezioni del tratto urinario, che sono comuni durante la gravidanza, possono anche contribuire a calcoli renali.
Il corpo richiede più acqua durante la gravidanza.

I calcoli renali possono danneggiare una donna incinta?

I seguenti rischi possono verificarsi se i calcoli renali non vengono escreti durante la gravidanza:

L’induzione del travaglio
pretermine provoca dolore
lancinante a causa di preeclampsia (alta pressione sanguigna durante la gravidanza)
infezione del tratto urinario, o anche sepsi
Il parto naturale può progredire in modo anomalo
Anche se questi rischi non causano direttamente aborto spontaneo, aumentano il rischio. Di conseguenza, sia i pazienti che i medici devono essere consapevoli di questi rischi. I calcoli renali sono particolarmente pericolosi durante la gravidanza.

Come prevenire i calcoli renali durante la gravidanza

è sicuramente il modo migliore per evitare calcoli urinari durante la gravidanza. Ecco alcuni suggerimenti:

Mantieni il tuo corpo idratato bevendo molti liquidi, compresa l’acqua.
Non trattenere l’urina e svuotarla il prima possibile.
Ridurre gli alimenti ricchi di ossalato, come noci, cioccolato, verdure a foglia verde scuro e bacche.
Se hai una storia di calcoli renali, dillo al tuo ostetrico prima di pianificare una gravidanza.
Esercitare sempre ed esercitare come indicato dal medico.
Dovresti vedere un ginecologo se avverti forti dolori addominali.

Come diagnosticare i calcoli renali durante la gravidanza Diagnosticare e trattare i calcoli renali durante la gravidanza
può essere difficile. Entro la fine del primo trimestre, viene diagnosticato dall’80 al 90% dei calcoli urinari. Attualmente ci sono diversi modi per diagnosticare questa malattia, di cui parleremo di seguito:

Un’analisi e una coltura delle urine possono aiutare a diagnosticare le infezioni del tratto urinario causate da calcoli renali. È anche necessario controllare i livelli di creatinina e acido urico nel sangue. Elevati livelli sierici di calcio di solito richiedono un’ulteriore valutazione.

Sebbene l’ecografia sia la prima opzione per diagnosticare i calcoli renali nelle donne in gravidanza, non sempre li rivela. Altre tecniche di imaging sono necessarie nei casi acuti.
La risonanza magnetica e l’urografia a risonanza magnetica vengono solitamente utilizzate per la diagnosi radiologica. I rischi di radiazioni dipendono dall’età del feto. La gravidanza è controindicata perché i raggi X possono causare anomalie nel feto. Idealmente, le radiazioni ionizzanti non dovrebbero essere utilizzate durante il primo o il secondo trimestre.
Urografia endovenosa o TAC: queste opzioni vengono utilizzate solo nelle donne in gravidanza se i sintomi persistono o se sorgono altri problemi complessi.
Durante una radiografia nucleare, un radioisotopo viene iniettato nella vena di una donna incinta, consentendo a un radiologo di esaminare i reni più da vicino.

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

Diagnosi di calcoli renali durante la gravidanza

e trattarli in gravidanza per prevenire il parto
prematuro Qual è il modo migliore per trattare i calcoli renali durante la gravidanza? È difficile trattare i calcoli renali durante la gravidanza in quanto può avere sia effetti collaterali sulla madre che danni al feto. Le condizioni di gravidanza possono eliminare molte delle opzioni di trattamento indipendentemente dalle dimensioni della pietra. Ecco i modi più comuni per trattare i calcoli renali durante la gravidanza:

Come trattare i calcoli renali durante la gravidanza

Trattamenti conservativi per calcoli renali durante la gravidanza
Quando le donne incinte hanno calcoli renali, si consiglia loro di riposare, bere molti liquidi e utilizzare farmaci come frantoi di pietre e rilassanti muscolari per alleviare l’uretere. La maggior parte delle pietre (70-80%) va via da sola con un trattamento conservativo.

I trattamenti invasivi non sono raccomandati in gravidanza.
Il medico può dover intervenire gravemente se ci sono calcoli di 5 mm o più grandi se c’è qualche manipolazione della vescica, del bacino, dell’uretere o del rene.

Stent: In questa procedura, uno stent o un tubo PCN viene inserito nell’uretere. In questo modo, l’urina può essere facilmente espulsa con la pietra e il carico sul tratto urinario è ridotto. Un tubo di solito non viene rimosso fino alla fine della gravidanza.

Il metodo ESWL (Extrinsic Wave Franshing) utilizza un dispositivo per irradiare impulsi ultrasonici al corpo e rompere i calcoli renali. L’uso di questo metodo durante la gravidanza è assolutamente dannoso per il feto e può persino provocare la sua morte. Tuttavia, è altamente raccomandato per le donne che non sono incinte.

In alternativa all’ESWL, l’uretroscopia è raccomandata per le donne in gravidanza in condizioni acute e complesse. Un tubo stretto e flessibile chiamato oscilloscopio viene inserito nell’uretra attraverso i genitali mentre, allo stesso tempo, altri dispositivi vengono utilizzati per schiacciare il calcolo renale. Mentre il chirurgo guarda all’interno del monitor, una telecamera si trova all’estremità del tubo dell’oscilloscopio.

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

L’apparecchiatura laparoscopica viene utilizzata per la nefrolitotomia percutanea (PCNL). Mentre è sicuro ed efficace per le donne non gravide, non è raccomandato durante la gravidanza.

Perché i bambini e i neonati hanno calcoli renali?
I calcoli renali hanno maggiori probabilità di svilupparsi nei bambini che si trovano in una condizione che aumenta il rischio. Tuttavia, alcune persone ottengono calcoli renali senza causa apparente. Un parente con calcoli renali può aumentare il rischio di una persona di sviluppare calcoli renali pure. I bambini e gli adolescenti che hanno già avuto calcoli renali hanno maggiori probabilità di ottenerli di nuovo.

Ulteriori fattori di rischio includono:

Non bere abbastanza liquidi può causare l’ispessimento dell’urina a causa della disidratazione. Ciò aumenta la possibilità di formazione di cristalli.

Bere molti dolci, sostanze contenenti caffeina o bevande sportive, così come mangiare una dieta ricca di sale può aumentare il rischio di calcoli di calcio. Essere in sovrappeso può anche aumentare il rischio di calcoli renali nei bambini.

Un difetto strutturale nel tratto urinario può bloccare il flusso di urina e consentire all’urina di raccogliersi come una piccola piscina. I componenti cristallini dell’urina possono fondersi per formare calcoli quando il flusso di urina cessa.

Se assunto in dosi elevate, alcuni farmaci possono aumentare il rischio di calcoli renali.

Disturbi del metabolismo (difficoltà a scomporre o consumare cibo) possono portare all’ossidazione dell’ossalato (una sostanza prodotta nel corpo da alcuni alimenti) o della cistina nelle urine.

La malattia genetica cistinuria provoca un’eccessiva escrezione di cisteina dai reni e la formazione di calcoli di cistina.

Alcune malattie e condizioni possono aumentare il rischio di calcoli renali, tra cui la gotta (un tipo di artrite), altre malattie renali, condizioni che colpiscono la tiroide o le ghiandole paratiroidi e alcune infezioni del sistema.

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

Quali sono i sintomi dei calcoli renali nei bambini?

La maggior parte dei calcoli renali non causano sintomi fino a quando non si muovono intorno ai reni o passano attraverso l’uretere. Piccole pietre possono passare attraverso l’uretra senza dolore o complicazioni.

Tuttavia, le pietre di grandi dimensioni possono bloccare il tratto urinario e causare sintomi come:

Dolore
alla schiena e al lato Il movimento dell’urina nell’uretra provoca dolore nell’addome inferiore.

Ondate di dolore vanno e vengono.
Il sangue nelle urine (può essere rosso o marrone) è chiamato ematuria.
Richiede minzione
frequente o urgente Febbre o brividi

Una pietra grande può formare una massa che provoca il gonfiore di uno o entrambi i reni (questo è chiamato idronefrosi). Questo può causare dolore alla schiena e laterale. Se non trattata, può causare danni renali a lungo termine. Tuttavia, molti calcoli renali non causano danni permanenti.

Come vengono diagnosticati i calcoli renali?

Consultare il proprio medico il più presto possibile se il bambino presenta uno qualsiasi dei seguenti sintomi:

Dolore
laterale Sangue nelle urine
Altri sintomi di calcoli renali

Se il bambino mostra uno qualsiasi dei seguenti sintomi, visitare immediatamente la clinica o l’ospedale di emergenza:

Nausea, vomito, febbre, brividi
e difficoltà a urinare

Il medico chiederà circa i sintomi e da quanto tempo sono presenti. La dieta del bambino; Cose che possono causare disidratazione; e qualsiasi storia di calcoli renali in famiglia. Esamina qualsiasi operazione o malattia che colpisce i reni o il sistema urinario.

Oltre a un esame fisico, il medico può ordinare un esame del sangue, un test delle urine o un test di funzionalità renale per verificare la presenza di calcoli renali. I test di imaging (come ultrasuoni, raggi X o scansioni TC) vengono spesso utilizzati per esaminare i reni in modo più approfondito. La dimensione e la posizione di una pietra possono essere determinate da test di imaging, che aiutano i medici a decidere il trattamento migliore.

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

Trattamento in ospedale

Quando un calcolo renale blocca l’uretra o provoca forti dolori o disidratazione, potrebbe essere necessario andare in ospedale. In ospedale, il bambino può ricevere liquidi per via endovenosa e antidolorifici per trattare o prevenire calcoli renali e disidratazione.

Le grandi rocce vengono raramente spostate da sole. Se hai pietre di grandi dimensioni o pietre che danneggiano i reni, dovresti consultare un medico:

Rimozione del frantoio ad onde d’urto. Utilizzando onde sonore o onde d’urto, i calcoli renali vengono suddivisi in pezzi più piccoli che possono essere escreti nelle urine.

L’urotroscopia è la procedura utilizzata per rimuovere i calcoli renali. Si tratta di un piccolo tubo con una telecamera alla fine. Un tubo viene inserito nella vescica attraverso l’uretra dopo che il paziente è stato anestetizzato. Il tubo viene quindi inserito nell’uretere e nei reni per trovare la pietra. Gli urotroscopi hanno strumenti speciali che possono separare le pietre dall’uretra o tagliarle in pezzi più piccoli.

La nefrolitotomia percutanea viene utilizzata per rimuovere grandi pietre o pietre situate vicino al rene. Una piccola incisione è fatta nel rene per inserire un endoscopio per rimuovere la pietra. Una sonda ad ultrasuoni può frantumare grandi rocce in pezzi più piccoli attraverso le onde d’urto, rendendoli più facili da passare attraverso l’urina. La maggior parte delle persone che subiscono un intervento chirurgico renale rimangono in ospedale per alcuni giorni.

Per rimuovere pietre di grandi dimensioni, in rari casi viene eseguita una chirurgia aperta chiamata nefrolitotomia. La procedura prevede l’incisione nel lato per raggiungere il rene. L’imaging a raggi X viene utilizzato durante l’intervento chirurgico per rilevare calcoli renali. Vengono quindi rimossi dal rene e inviati a un laboratorio per l’analisi.

Le cure di follow-up sono necessarie dopo il trattamento.

I bambini con calcoli renali vengono esaminati dai medici per prevenire le recidive. Potrebbe essere richiesto dal pediatra di avere un test di raccolta delle urine di 24 ore. Lo scopo di questo è misurare il volume di urina su 24 ore ed esaminare il contenuto.

Come risultato dei calcoli renali del bambino, il medico può prescrivere un trattamento o farmaci per ridurre la quantità di sostanze che causano la formazione di cristalli nelle urine.

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

Trattamento di calcoli renali con erbe

I trattamenti a base di erbe sono disponibili per il trattamento di calcoli renali, una malattia comune.

Bevi succo di limone e Delster per sbarazzarsi dei calcoli
renali Quando una persona ha insufficienza renale, dovrebbe sapere che bere acqua per otto bicchieri e molta acqua quando sono sani è sufficiente.

Bere molta acqua ha scarso effetto sul movimento dei calcoli renali, ma non può mai rompere il nucleo centrale della pietra ed espellere la pietra.

Bere succo di limone e delster amaro è molto efficace per sbarazzarsi dei calcoli renali poiché il succo di limone rompe i calcoli renali e il delster amaro provoca l’escrezione di corpo rotto, pietre e sabbia dai reni.

Il melone elimina i calcoli renali :

Mangiare melone può eliminare i calcoli renali. Frullare il melone e i suoi semi in un frullatore e utilizzare come miscela di due pasti al giorno.

Consumare olio di mandorle per prevenire i calcoli renali:

L’olio di mandorle ha un grande effetto sull’eliminazione dei calcoli renali. Il consumo di un cucchiaino di olio di mandorle per dieci giorni può aiutare le persone a sbarazzarsi delle pietre.

I calcoli renali possono essere escreti con foglie di fragola :

Le fragole possono essere usate per trattare i calcoli renali. Far bollire 40 grammi di foglie di fragola in un litro d’acqua per 3 o 4 minuti. Bere questa soluzione ogni cinque ore.

Rimuovere i calcoli renali bevendo succo di sedano:

Prima di ogni pasto, bere mezzo bicchiere di succo di sedano con succo d’arancia primaverile per prevenire i calcoli renali.

Rimuovere i calcoli renali con semi di cachi :

È inoltre possibile utilizzare semi di cachi tostati, come i semi di cachi macinati, per trattare i calcoli renali. Basta preparare un cucchiaino di polvere in un bicchiere di acqua bollente per 20 minuti. Bevi questa bevanda per 3 giorni per aiutare ad eliminare le pietre.

Come rimuovere i calcoli renali con il formaggio :

Per le persone con calcoli renali, far bollire 100 grammi di foglie di formaggio in un litro e mezzo di acqua per 2 o 3 minuti, filtrarlo e versarlo in un bicchiere con un cucchiaio di olio d’oliva.

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

La relazione tra assunzione di sale e calcoli renali:

Le persone hanno bisogno di mantenere i loro corpi idratati e idratati per sbarazzarsi del sale in eccesso. Bevi almeno da sei a otto bicchieri d’acqua ogni giorno.

Oggi, il sale è un fattore importante per la salute. Inoltre, nessuno di noi può immaginare di cucinare senza sale perché crediamo che il cibo senza sale non avrà un buon sapore e l’uso a lungo termine del sale avrà un grave impatto sulla nostra salute. Questo è particolarmente vero per la salute dei reni. L’eccesso di sale dovrebbe quindi essere evitato nella nostra dieta.

I reni sono la parte del corpo che è più colpita dall’elevata assunzione di sale. Oltre a purificare e purificare 5 litri di sangue ogni giorno, i reni espellono anche tossine e sostanze in eccesso dal corpo che, se lasciate nel corpo, possono causare malattie o morte. In questa parte di Namnak, studieremo gli effetti dell’elevato consumo di sale sulla salute dei reni.

Prova a sostituire il sale nella tua cucina con un’opzione più sana che abbia ancora un buon sapore, come ad esempio:

cipolla in polvere
aglio in polvere
Salsa di soia a basso contenuto di sodio Succo
di
limone Pepe
Zenzero
Curcuma
Cumino
Origano

Calcoli renali e metodi di prevenzione e trattamento

In molti alimenti, la curcuma da sola può servire come sostituto del sale. Le alternative sopra menzionate possono essere utilizzate per una varietà di alimenti e siamo sicuri che apprezzerai i nuovi sapori.

Utilizzando questo elenco, puoi cambiare la tua dieta e vedere i risultati.

Puoi anche eliminare completamente il sale dalla tua dieta a seconda della stagione. Mentre il sodio è anche essenziale per una buona salute, ricorda che ci sono molti alimenti che puoi consumare durante il giorno che hanno abbastanza sodio.

I reni filtrano tra tre e cinque grammi di alimenti ricchi di sodio al giorno.

Il pH viene modificato dal sale :
Quando si consumano più di 5 grammi di sale durante il giorno, viene immagazzinato nel sangue e generalmente fa sì che il corpo diventi acido, mentre il livello alcalino nel corpo dovrebbe essere sempre più alto. L’acidificazione del corpo ha le seguenti conseguenze:

Malattie renali e malattie cardiache.
Stanchezza
cronica Difficoltà di concentrazione
Unghie fragili
Dolore
articolare Presuscettibile alle infezioni
Dolori articolari

Il sale interferisce con la clearance del sangue :
Una dieta ricca di sale inizia a mostrare i suoi effetti intorno ai 40 anni. Le persone soffrono di ipertensione, colesterolo alto, grassi alti, cambiamenti metabolici, ecc. Alcuni soffrono anche di problemi renali causati dall’elevata assunzione di sale e dalla bassa assunzione di acqua.

Poiché il corpo è costituito per il 60% da acqua, quando c’è molto sale nel corpo, gli organi e i tessuti si riempiono di sale, quindi i reni non possono rimuovere completamente il sale dal corpo. Quando hai ritenzione idrica nel tuo corpo, le tossine possono anche irritare i tessuti, causando sintomi di problemi renali e tossine nel sangue, come gonfiore delle gambe, stanchezza cronica, gonfiore o dolore addominale.

Il sale provoca invecchiamento e danni ai reni:
più sale si consuma, più i reni devono lavorare per disintossicare il corpo, quindi consumare meno acqua con esso aggrava questa condizione e accelera l’invecchiamento dei reni. Questo può essere dannoso per la tua salute generale.

Alcuni degli effetti diretti e indiretti di un’elevata assunzione di sale includono:
malattie
cardiovascolari artrite e reumatismi
perdita di capelli
problemi con la pelle
problemi digestivi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.